39 / Check-up propositi in preparazione al Capodanno Morale

39 / Check-up propositi in preparazione al Capodanno Morale

di Stefano Daelli • Newsletter #39 • Visualizza online

Ciao,

il viaggio è stato molto bello. Il Portogallo, da nord a sud è splendido, il clima è perfetto e i colori fantastici, vivono dei personaggi assurdi e in più ci sono dei musei che non mi aspettavo (Serralves, Maat, Gulbenkian, Berardo).

Mi è stato fatto venire il dubbio se i propositi devono per forza essere misurabili. Non ho ancora una risposta soddisfacente ma in attesa di trovarla e soprattutto in preparazione al Capodanno Morale 2020 un aggiornamento ci sta.

  • Visitare Lisa almeno 50 volte: non sono in ritmo per raggiungere l'obiettivo ma sta andando abbastanza bene.

  • Suonare dal vivo almeno 4-5 volte (scrivere 2-3 pezzi nuovi): Per la prima parte sono a 0. Però ho scritto “tantissimo” e sento che il materiale è buono e ci sono un sacco di progetti in ballo. Non vedo l'ora.

  • Raggiungere (e mantenere) i 65 chili: arrivato 68, poi mollato, poi l'estate. Ecco, sarà un autunno appetitoso..

  • Partecipare ad una corsa di 20+ km (e terminarla): Mezza maratona di Torino in 02:03:34. Poteva andare meglio (mi sono allenato poco nelle settimane precedenti) ma poteva andare molto peggio.

  • Fare 1 viaggio da solo in un altro continente: perso al 33%. In un altro continente (check) ma per lavoro con una collega.

  • Leggere almeno 12 libri: sto leggendo molto ma pochi libri di narrativa che sarà invece il mio obiettivo aggiornato > leggere almeno 5 libri di narrativa entro la fine dell'anno.

  • Non tenere mai più di 10 tab aperte alla volta: ne ho 12 aperte al momento

  • Risparmiare: ho ancora ben 4 mesi davanti..

Siccome la pressione sociale è un ottimo strumento per raggiungere gli obiettivi che ci fissiamo, se ce li hai già pronti rispondimi raccontandomi i tuoi.

Muito obrigado,

-Stefano

* LETTO

Un viaggio sotto sorveglianza in Cina

Un viaggio sotto sorveglianza in Cina

Sono convinto che la protesta ad Hong Kong a cui stiamo assistendo ha una portata epocale e sarà il seme di un cambiamento molto più grande, globale.

Questo articolo descrive vividamente da dove arrivano le ossessioni di un versante di quello scontro: la sicurezza. È interessante scoprire che non sono affatto confinate là ma abitano anche da noi.

Se devo trovare un termine che identifichi la Cina contemporanea è proprio anquan: tutto deve essere sicuro, è una sicurezza in senso lato, comprende lo stato di polizia così come le passerelle di legno in alta montagna per evitare di storcersi una caviglia sui sentieri. Il caos è il nemico, il caos è il terrore.

www.internazionale.itCondividi

"Get me the hell out of this stock, but YOU should buy some"

"Get me the hell out of this stock, but YOU should buy some"

Scott ci va giù pesante su WeWork. Da leggere perché è come al solito acuto, spietato, divertente.

Riassunto: WeWTF is an especially risky business going into a recession, when the ability to variabilize costs is limited, but revenue decline is unlimited. WeWTF has $47 billion in long-term obligations (leases) and will do $3 billion in revenue this year. What could go wrong?

www.profgalloway.comCondividi

* ASCOLTATO

Joy Crookes - Don't Let Me Down

Joy Crookes - Don't Let Me Down

Come dice un commento sotto il video “Amy Winehouse vibes”. Voce nasale e caldissima, atmosfera da risveglio lento, chitarrino dolcissimo.

www.youtube.comCondividi

The Teskey Brothers - Crying Shame [Live]

The Teskey Brothers - Crying Shame [Live]

Un po’ Otis Redding, un po’ Sam Cooke, tanto blues. Disco fantastico. Spaccano forte.

www.youtube.comCondividi

P.S. entrambe scoperte non mie :)

* GUARDATO

Perché il portoghese "suona" come il russo?

Perché il portoghese "suona" come il russo?

Quest'estate ho imparato che un modo per categorizzare le lingue è in base alla suddivisione ritmica del tempo all'interno di una frase.

L'italiano, il francese e lo spagnolo, il turco, ad esempio, sono lingue isosillabiche, cioè la durata di ogni sillaba è uguale. Invece l'inglese, il tedesco o l'olandese sono isoaccentuali, cioè la durata tra due sillabe accentate è uguale.

Questo è il motivo principale per cui alle volte mi sembrava che i portoghesi parlassero russo, perché sono entrambe lingue isoaccentuali.

Per avere qualche informazione in più, Wikipedia è (quasi sempre) la soluzione.

Che bello il mondo.

www.youtube.comCondividi

Alla prossima!

Credo abbia anche fatto il fischio.

Credo abbia anche fatto il fischio.

Ti piace questa newsletter?

di Stefano Daelli

Raccolta senza pretese di cose che ho *

Tweet Condividi

Se non vuoi più questi aggiornamenti, cancellati qui.

Se hai ricevuto questa newsletter tramite inoltro e ti piace, puoi iscriverti qui.

Curato con passione da Stefano Daelli con Revue.

Milano, Italia, Europa